QUINDI PRIMA DI TUTTO: COS'É UN ETICHETTA INGREDIENTI?

Un'etichetta ingrediente è un elenco di tutto ciò che è contenuto in un prodotto alimentare. Gli allergeni inclusi nei prodotti alimentari devono essere dichiarati in due modi: Con la frase "Contiene" seguita dal nome del cibo da cui deriva il principale allergene alimentare (ad es. "Contiene latte e grano"); o inserendo il nome comune dell'allergene nell'elenco degli ingredienti seguito tra parentesi dal nome della fonte di cibo da cui deriva l'allergene (ad es. "Aroma naturale [uova, soia]"). Se sei allergico a un allergene diverso da uno dei principali (come mele, semi di sesamo o semi di papavero), non è necessario che questo sia identificato nella dichiarazione "Contiene" che apparirà su alcuni pacchetti, ma devi leggere l'etichetta completa degli ingredienti e l’elenco allergeni.

ELENCO ALLERGENI

L’elenco degli allergeni che devono essere segnalati ai consumatori comprende:
1. Cereali contenenti glutine (grano, farro, grano khorasan, segale, orzo, avena)
2. Crostacei
3. Uova
4. Pesce
5. Arachidi
6. Soia
7. Latte e prodotti a base di latte (incluso lattosio)
8. Frutta a guscio (mandorle, nocciole, noci, noci di acagiù, noci pecan, noci del Brasile, pistacchi, noci macadamia o noci del Queensland)
9. Sedano
10. Senape
11. Semi di sesamo
12. Anidride solforosa e solfiti (se in concentrazioni superiori a 10 mg/kg o 10 mg/litro)
13. Lupini
14. Molluschi
Oltre a queste sostanze utilizzate in forma pura come ingredienti, sono da ritenersi allergeni anche i prodotti derivati. È bene precisare che l’elenco allergeni non è un elenco esaustivo, perché non comprende tutte le sostanze alimentari con potenzialità allergizzante, che si stimano essere un centinaio, ma solamente quelle sostanze che in base ai dati epidemiologici si ritiene siano la causa delle principali allergie o intolleranze alimentari.

ETICHETTA PRECAUZIONALE

Dichiarazioni come "può contenere tracce di [allergene]" o "questo prodotto è stato fabbricato in uno stabilimento che fabbrica anche [allergeni]" non sono regolamentati. Queste sono dichiarazioni volontarie fatte dal produttore. Sebbene queste affermazioni siano utili, spesso lasciano un'informazione inadeguata con cui prendere una decisione obiettiva sul consumo del prodotto. La raccomandazione è che i prodotti con etichettatura precauzionale siano evitati.